MiFID Markets In Financials Instruments Directive

La MiFID (Direttiva 2004/39/CE, entrata in vigore il 1° novembre 2007, che introduce il mercato unico dei servizi finanziari in Europa) incide direttamente - ed in modo pervasivo - sulla disciplina dei servizi di investimento e dei mercati regolamentati.

Le principali "linee guida" sulle quali si basano le disposizioni sono quelle di:

  • irrobustire la tutela degli investitori, rendendo ancora più chiara e trasparente le relazioni tra banca e Cliente;
  • rafforzare l'integrità e la trasparenza dei mercati, stimolando la concorrenza tra le Borse tradizionali ed altri Sistemi di negoziazione. Nell'abolire l'obbligo di concentrazione delle contrattazioni degli strumenti finanziari quotati nei soli mercati ufficiali, ha introdotto nuove sedi di esecuzioni (trading venues), quali i Sistemi multilaterali di negoziazione (MTF) e gli Internalizzatori sistematici;   
  • disciplinare meglio l'esecuzione delle transazioni, da parte delle Borse, degli altri Sistemi di negoziazione e delle Banche.

In particolare, in ordine alla tutela degli investitori, la Banca di Credito Popolare (nel prosieguo "la Banca") - in rispondenza alle vigenti disposizioni - provvede alla consegna dell'Informativa precontrattuale.

Informativa precontrattuale sui servizi di investimento

Esecuzione degli ordini alle migliori condizioni (cd best execution)

La Banca adotta tutte le misure ragionevoli per ottenere - allorquando vengono eseguiti degli ordini aventi ad oggetto servizi finanziari - il miglior risultato possibile per il Cliente

Nel rispetto del vigente ordinamento, la Banca rende disponibile il seguente documento:

Policy sulle Best Execution Clicca qui

ESG (ENVIRONMENTAL, SOCIAL AND GOVERNANCE)

Il concetto di Sostenibilità sta assumendo nel tempo un significato sempre più rilevante, identificandosi con un modello economico consapevole finalizzato ai salvaguardare le risorse e favorire un benessere diffuso.

Anche le banche sono state chiamate a contribuire in modo sostanziale alla riallocazione dei flussi economici per favorire la transizione dell’economia verso modelli maggiormente sostenibili.

La portata dell’adeguamento dei processi interni per integrare i fattori ambientali, sociali e di buon governo, cosiddetti ESGs (Environmental, Social and Governance factors) avrà impatti nella governance, nella strategia, nella gestione dei rischi, nell’offerta di prodotti e servizi.

Dal 10 marzo 2021 è in vigore il Regolamento SFDR 2019/2088 relativo all’informativa sulla sostenibilità nel settore dei servizi finanziari (Sustainable Finance Disclosure Regulation) che ha l’obiettivo di rendere omogenee le informazioni nei confronti degli investitori circa i rischi di sostenibilità e circa la promozione dei fattori ESG nelle attività di investimento finanziario.

Al fine di consentire agli investitori finali di adottare decisioni di investimento orientate al rispetto della sostenibilità, la nostra Banca ha predisposto una dedicata Informativa:

Informativa sulla sostenibilità nel settore dei servizi finanziari