Metadata and Analytics

Actions
Mutuo altre esigenze
  • Area Vesuviana
  • Giovani
  • Area Napoli
  • Area Torre del Greco
  • Area Avellino Benevento
  • Area Caserta
  • Area Salerno
  • Privati e famiglie
  • Soci
  • Professionisti
  • Finanziamenti
  • Altiero Lucia
  • Altiero Lucia

BCP_Widget7_NumeriUtili

Actions

Mutuo altre esigenze

Actions

Mutuo altre esigenze

Vuoi conseguire un master o acquistare un'auto? Bcp ti aiuta.

CARATTERISTICHE DEL MUTUO altre esigenze

Il "Mutuo altre esigenze" è un finanziamento a medio\lungo termine che si rivolge ai privati che hanno necessità di liquidità per esigenze personali varie quali il pagamento di un master, l'acquisto di un auto, di un garage, di un terreno. Il mutuatario offre a garanzia del rimborso un immobile ad uso abitativo che viene vincolato a favore della Banca tramite ipoteca. Pagherà periodicamente tramite rate comprensive di capitale ed interessi, secondo un tasso fisso o variabile, con un piano di ammortamento a scadenze concordate. Le rate, infatti, sono mensili ma, su richiesta del cliente e per particolari esigenze, la Banca può anche concordarle trimestrali o semestrali.

In caso di estinzione anticipata (o di rimborso parziale) del finanziamento può essere richiesto – se previsto in contratto – un compenso onnicomprensivo.

L’immobile offerto a garanzia è coperto da polizza assicurativa contro i rischi di incendio e scoppio, con vincolo a favore della banca, stipulata liberamente dalla parte mutuataria presso una primaria compagnia.

SCEGLIERE IL TASSO FISSO

Tasso di interesse e importo delle rate restano fissi per l'intera durata del finanziamento. Il tasso fisso è adatto se si preferisce esser sicuri fin dalla stipula del contratto della misura del tasso, degli importi delle rate e dell'ammontare del debito da restituire, a prescindere dall'eventualità di possibili variazioni di mercato. Lo svantaggio è non poter sfruttare eventuali riduzioni dei tassi di mercato.

SCEGLIERE IL TASSO VARIABILE

Rispetto a quello iniziale, il tasso può variare con cadenze prestabilite secondo uno o più parametri di indicizzazione fissati nel contratto. Il tasso variabile è adatto a chi vuole un tasso sempre in linea con l'andamento del mercato e non teme eventuali aumenti delle rate. Il rischio principale è, infatti, l’aumento imprevedibile e consistente dell’importo delle rate.

REQUISITI

• Destinatari: persone fisiche.
• Finalità: esigenze finanziarie.
• Durata del finanziamento: 5 - 10 anni per i mutui a tasso fisso e variabile (la banca si riserva la facoltà di proporre durate diverse).
• Importo del finanziamento: max 50% del valore di perizia dell’immobile; max concedibile € 200.000.
• Rata: mensile (a richiesta del cliente per particolari esigenze e previo accoglimento della banca anche trimestrale, semestrale).
• Scadenza rate: il 1° giorno di ciascun mese successivo alla data di stipula.
• Copertura assicurativa richiesta: rischio incendio, fulmine e scoppio sottoscritta liberamente dal cliente presso primarie compagnie assicurative.
• Perizia obbligatoria.

Per saperne di più consulta la Guida pratica al mutuo sul sito www.bancaditalia.it.

NOTA INFORMATIVA

Messaggio Pubblicitario con finalità promozionale. Per le altre condizioni economiche e contrattuali si rinvia ai relativi Fogli Informativi disponibili presso tutte le nostre filiali e sul sito www.bcp.it.

Vuoi saperne di più su questo prodotto?

BCP_SchedaProdotto_ProdottiCorrelati

Actions

Selezionati per te:

Prestito Personale Energia Pulita

Il supporto economico per sostenere la tua scelta a favore dell'ambiente.

Previdenza - T.F.R.

TFR: la proposta BCP in collaborazione con ARCA SGR.

Prestito Personale (Mutuo chirografario)

Per tutte le tue esigenze di liquidità.

Prodotti Correlati

Actions

Potresti essere interessato anche a:


Dettaglio Prodotto

Actions

Pillole di approfondimento

Le nuove regole sulla definizione di default per le persone fisiche

BCP_Widget2_SchedaFiliale

Actions

F.A.Q.


Per legge l'estinzione parziale o totale di un finanziamento è sempre possibile: basta disporre della liquidità necessaria. Generalmente per conoscere l'ammontare del debito residuo è sufficiente consultare il prospetto del prestito che specifica la situazione del finanziamento alla scadenza di ogni rata.


La principale differenza consiste nelle garanzie che il richiedente deve fornire. Per il mutuo chirografario la garanzia è la firma di una persona che si impegna a ripagare le rate qualora il debitore non ottemperi al suo impegno. Per il mutuo ipotecario la garanzia è fornita dall'ipoteca su un immobile iscritta con vincolo in favore della banca.


Si. A tale scopo esiste una procedura standardizzata interbancaria, denominata Portabilità del Mutuo, introdotta dal Decreto Bersani. Non sono previsti spese e consente di continuare ad usufruire dei benefici fiscali previsti per la prima casa.


Può essere richiesto dai dipendenti privati, pubblici e da pensionati. La banca contatterà il tuo datore di lavoro per informarlo della tua richiesta di finanziamento. Un'operazione necessaria poichè sarà il tuo datore di lavoro a trattenere dalla tua busta paga gli importi delle rate. Il tuo datore di lavoro non può rifiutare tale richiesta.


Piano di rimborso di un finanziamento con indicazione della composizione delle rate da pagare e delle relative scadenze. Le rate comprendono una quota di capitale (l'importo del finanziamento restituito) e una quota interessi (l'interesse maturato). In esso sono stabiliti l'importo, la data entro cui il debito deve essere pagato, la periodicità delle rate, i criteri determinanti l'ammontare di ogni rata e il debito residuo.